tiZ

Lui – ha appena sgranato gli occhi perchè una donna al volante ha fatto una manovra azzardata e distratta .
“Amore , sei un uomo fortunato perché tua moglie non guida…è una pendolare!” , dico io.
Lui – mi guarda interrogativo e poi mi sorride divertito .

Storie tragicOmicotetrOmantiche di una scelta (in)consapevole .. tiZ

Ogni giOrno un pendolare napOletano sa….cosa è il traSporto pubblico

 

Ogni giOrno un pendolare napOletano sa:
– sa quando parte, ma non sa quando arriva (effetto sorpresa)
– sa che dovrà scordarsi scarpe col tacco e gonnelle, provate a rincorrere un treno senza spezzarvi una caviglia (effetto glutei rassodati)
– sa che dovrà raggiungere il posto di lavoro entro il tempo riportato sul biglietto, senza inveire neanche una volta (effetto corsa contro il tempo)
– sa che dovrà cummigliarsi anche d’estate, se vuole evitare sguardi insistenti (effetto afa/sauna/maniaco)
– sa che insieme a quelli che vanno a lavoro e all’ università, c’è tanta gente la mattina che esce solo perchè non ha di meglio da fare (il mondo è bello perché è vario)
– sa che non sempre troverà il posto a sedere e non è detto che quando lo trovi si stia ugualmente comodi (effetto sardina in barattolo)
– sa che dovrà disporre di una voce alta e forte se vorrà acquisire il diritto di scendere dal treno, dopo esserci salito in piena autonomia, (se non urli nessuno capisce che devi scendere e restano tutti sotto la porta )
– sa che subisce i ritardi, i disagi, le molestie, i maltrattamenti, l’incuria, l’ignoranza , l’inefficienza, il silenzio, inadeguatezza, l’inettitudine in nome della libertà di lavorare (siamo solo schiavi che si credono liberi di un sistema che non avremo il coraggio di cambiare mai)

da “diariO di una pendolare / schiava” ..e la chiamano libertà..

This love – Craig Armstrong

44 pensieri riguardo “tiZ

  1. Non sono un pendolare in senso stretto, cioè non mi muovo da una città a un’altra. Ma, dal mio personale punto di vista, potrei rientrarvi poichè ogni mattima non me la toglie nessuno la mia ora di traffico romano per raggiungere il posto di lavoro, non prima di avere accompagnato a scuola i miei due scugnizzi di 4 anni (sono napoletano…Sì, sono emigrante). Bella proprio la presentazione nel tuo retrob(L)ottega!
    Quando viaggio in treno, viene anche a me da scrivere. Se ti va, vienimi a trovare nella mia webbettola. La casa offre un viaggio tra Roma-Milano e ritorno dal titolo: Tre…mo. https://redbavon.wordpress.com/2009/09/27/tre-mo/

    Liked by 1 persona

  2. Ciao tiZ è nu sfizio a tte leggere… m’aggio fatto nu sacco e’ risate…ffa’ mmocca e’ treni, ffa’ mmocca ‘a fatica…ma cche bbuo’ fa’? Facimmece na’ risata e goognight! 😀 Un saluto sfiziosa creatura vagante… a leggerci!

    Liked by 2 people

Leave a meSsage ..

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...