Compagni di viaggio

Seduti in banchina attendiamo la metro collinare,  si avvicina un uomo con quattro sacchetti trasparenti, si siede accanto a me e comincia a scavare dentro;  ne estrae un quotidiano il ” Roma”, sfoglia le pagine veloce.  Il suo odore sa di chiuso, di polvere e di silenzio. Lascio scendere un po’ le lenti da sole e lo guardo di sbieco per non farmi accorgere;  mani stanche e chiare , rughe profonde sulla pelle chiara e occhi grandi e azzurri… buoni. I suoi vestiti leggeri e lerci, caviglie sottili dentro a calzini sporchi e mocassini marroni.  Parla solo. Prende un altro giornale, poi meticoloso lo ripone. La voce di donna annuncia il treno per Piscinola. Si Alza lesto , aspetto che scelga il vagone e lo seguo..
Seduto in fondo depone a terra il suo tesoro,  i suoi occhi non sono arrabbiati, non leggo delusione, forse rassegnazione ma con serenità,  ha una luce intorno flebile e sottile.  Mamma e figlio camminano nella sua direzione per cercare posto a sedere ma pur vedendo il sedile vuoto accanto a quest’uomo , solo e fragile e forte e fiero, fanno dietro front. Mi  risiedo accanto a lui in atteggiamento di sfida e di solidarietà … è tutta la vita che mi sento così.  tiZ

Imagine Dragons – On top of the world
Annunci

11 pensieri riguardo “Compagni di viaggio

Leave a meSsage ..

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...